SLOW. RALLENTARE PER VIVERE MEGLIO

86539Che cos’hanno in comune le «vere» lasagne all’emiliana con tracce di DNA equino, i suicidi in azienda e la crisi dei subprime? Sono tre scandali che testimoniano di un mondo che, a forza di cercare il profitto immediato, trascina consumatori, lavoratori e risparmiatori in una folle corsa attraverso una realtà industrializzata e globale, sempre più kafkianamente complessa. L’essere umano si ritrova così sconnesso tanto dai ritmi naturali quanto dal suo ambiente più prossimo. Critici di fronte a questa accelerazione che ci sta intossicando, i movimenti Slow seducono ogni giorno di più nuovi adepti in tutto il mondo. Ma che cosa propongono? Da un lato di impiegare il tempo in modo autentico, dall’altro di considerare che il piacere non consiste nell’accumulo disordinato che da decenni ormai ci viene venduto come un progresso. Il libro ci invita a scoprire, attraverso uno sguardo che si apre su una dimensione globale, la vera e propria galassia di questi movimenti che si fanno cantori di una moderazione gioiosa e sostenibile. A partire dal capostipite, il ben noto Slow Food, per arrivare a Slow Sex, passando per Slow Money, Slow Tourism e CittaSlow… e tanti altri. Con un saggio di Domenico De Masi e un contributo di Andrea Ferrazzi. 

Info: http://www.egeaonline.it/editore/catalogo/slow.aspx

FORME DELLA COMUNICAZIONE POLITICA

Il volume “Forme della Comunicazione Politica” edito dalla Piceno University Press, offre una sintesi dei contributi presentati da docenti ed esperti del mondo della comunicazione nel corso dell’edizione di PolCom2013, tenutasi ad Ascoli Piceno alla fine del 2013, iniziativa promossa ed organizzata dal Consorzio Universitario Piceno con il sostegno del Dipartimento di Scienze Politiche, della Comunicazione e delle Relazioni Internazionali dell’Università di Macerata.
Il testo affronta il tema della comunicazione politica e istituzionale da punti di vista professionali e disciplinari diversi consentendo di dispiegare uno sguardo prospettico ampio sulla comunicazione pubblica, presentando l’ulteriore vantaggio di tenere insieme indagine teorica e pratiche concrete messe in campo dagli attori politici ed istituzionali.
polcomLa pubblicazione si avvale dei contributi di Andrea Ferrazzi, fondatore del movimento Slow Communication, Mauro Ferri, responsabile per la web communication del Comune di Rimini, Gianluca Giansante, responsabile comunicazione e relazioni digitali con i cittadini della Regione Lazio, Paola Stringa, dell’ufficio stampa del Consiglio Regionale della Lombardia e Stefano Traini, professore associato di semiotica presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università degli Studi di Teramo. Il volume è curato da Gianluca Vagnarelli, assegnista di ricerca in Filosofia Politica presso il Dipartimento di Scienze Politiche, delle Comunicazioni e delle Relazioni Internazionali dell’Università di Macerata.

L’UNIONE EUROPEA TRA ISTITUZIONI E OPINIONE PUBBLICA (Carocci Editore)

downloadIl tema dell’integrazione europea ha assunto sempre più un ruolo centrale nel dibattito pubblico, suscitando un’attenzione crescente da parte delle istituzioni, delle forze politiche, della società civile e dei mass-media. Dopo anni di acritico consenso, almeno in alcuni Stati membri, le opinioni pubbliche sembrano meno disponibili ad affidarsi all’Unione Europea senza la garanzia di una maggiore integrazione. In altri casi, all’opposto, il disegno di unificazione viene rigettato in parte e rivendicata la restaurazione delle sovranità nazionali. Il passaggio è cruciale perché, accanto alla interdipendenza tra gli Stati europei, la crisi economica ha messo in luce i limiti delle attuali istituzioni comuni, la debolezza dei legami sociopolitici, oltre che le tensioni tra i diversi Paesi. Il volume analizza i meccanismi di formazione di una sfera pubblica europea e le modalità adottate nel comunicare l’Europa a partire dalle radici storiche della costruzione europea e toccando i temi della rappresentanza politica, dei processi di riforma, del modello economico, della tutela dei diritti e del ruolo internazionale dell’UE. In questo testo ho curato il saggio conclusivo “La favola dell’Europa unita”.

Info: http://www.carocci.it/index.php?option=com_carocci&Itemid=72&task=schedalibro&isbn=9788843074662